Main menu

COVID-19: EFFETTI INDESIDERATI SUL CONDOMINIO

A seguito dell’emergenza epidemiologica – viene approvato il Decreto Cura Italia - pubblicato sulla G.U. n. 70 del 17.03.2020 il Decreto Legge n. 18 de l 17.03.2020.

Il Decreto "Cura Italia" (Decreto Legge 17.03.2020 n. 18) avvia le misure cautelari per sostenere l’economia per famiglie, lavoratori ed imprese. Di conseguenza per quanto attiene all’argomento di nostro interesse si riflette anche sul condominio e sui lavoratori del settore.

Riportiamo di seguito alcune considerazioni

ONERI CONDOMINIALI
Ad oggi il Decreto Legge non prevede la sospensione dei versamenti degli oneri condominiali (sia Ordinari e sia Straordinari) da parte di tutti i partecipanti alla vita comune (condomini), dei c.d. preventivo di gestione e rendiconto (ordinario e straordinario).
L’Amministratore del condominio è tenuto a norma dell’art. 1130 cod. civ. e, per quanto qui rileva, l’obbligo di “riscuotere i contributi” e di “compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell’edificio”.

Leggi tutto: COVID-19: EFFETTI INDESIDERATI SUL CONDOMINIO

Disinfezione Comune di Catanzaro

Partirà stanotte e proseguirà per tutta la settimana, fino al 20 marzo, l'intervento straordinario di disinfezione in tutta la città di Catanzaro per contrastare l'emergenza Coronavirus.

L’operazione, programmata a tutela dell’igiene pubblica e della salute dei cittadini, interesserà, attraverso uno specifico cronopogramma, le vie, piazze e giardini pubblici di tutti i quartieri. I lavori sono stati predisposti dal settore igiene ambientale e saranno effettuati dalla Sieco con l’ausilio di mezzo dotato di impianto di nebulizzazione a lunga gittata e pompe nebulizzatrici a spalla per le vie non facilmente raggiungibili.

Al fine di evitare ogni tipo di rischio, si ricordano ai cittadini le seguenti raccomandazioni:

  • tenere le finestre chiuse
  • tenere gli animali domestici nelle proprie abitazioni
  • non sostare in ambienti aperti durante e dopo il trattamento per almeno 2 ore
  • evitare di stendere biancheria
  • coprire adeguatamente le derrate alimentari e piantagioni ortofrutticole, evitando comunque il consumo senza il dovuto lavaggio nelle 48 ore successive al trattamento

Il cronoprogramma per macroaree:
Venerdi / Sabato 14 marzo dalle 00:00 alle 6:00 · S. Elia · Visconte · Piterà · Pontegrande · Bambinello Gesù · Pontepiccolo
Sabato / Domenica 15 marzo (dalle 00:00 alle 06:00) · Da V.le Pio X fino a Bellavista · Centro storico · Sala · Santa Maria
Domenica / Lunedì 16 marzo (dalle 00:00 alle 06:00) · Siano · Janò · Cava · S. Janni
Lunedì / Martedì 17 marzo (dalle 00:00 alle 06:00) · Signorello · Campagnella · Santa Domenica · S. Cono · Alli
Martedì / Mercoledì 18 marzo (dalle 00:00 alle 06:00) · C.da Guglia · Barone · Bellino · Via A. Izzi De Falenta · Lido (da Giovino a Corace)
Mercoledì / Giovedì 19 marzo (dalle 00:00 alle 06:00) · Fortuna · Corvo · Aranceto · Viale Isonzo · Pistoia · Conti Falluc · Lucrezia della Valle · Germaneto
Giovedì / Venerdì 20 marzo (dalle 00:00 alle 06:00) · Rione De Filippis · Cavita · S. Antonio · Mater Domini · Gagliano · Lenza · Buda

EMERGENZA COVID-19

In ottemperanza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04.02.2020 sono sospese tutte le riunioni fino al 03 aprile 2020. Lo studio rimarrà aperto ma consigliamo vivamente di chiedere di essere ricevuti solo per urgenze e necessità essendo sempre attivi i canali telefonici (096163432 sempre attivo e con segreteria a studio chiuso) e le email. Per i pagamenti condominiali sarà possibile usare i canali telematci (bonifici o pagamento di bollettini - ricordo che sul sito condominiale è possibile scaricare i bollettini postali 896). Emergenze e richieste di intervento potranno essere segnalate sul sito condominiale o tramite sms o wa al 3483138500. Siamo certi della collaborazione di tutti.

CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE SPESE IN CONDOMINIO

Il tema che ci occupa è sovente fonte di perplessità e di litigi all’interno dei condomini, anche perchè la ripartizione delle spese condominiali tocca in maniera diretta ed immediata gli interessi dei singoli condomini. Infatti, ad ognuno di loro spetta partecipare alle spese nella maniera più giusta possibile. Per la qual cosa, la corretta applicazione delle disposizioni codicistiche incontra non solo gli interessi di questi ultimi ma anche quello dell’amministratore del condominio, al fine di evitare una sua eventuale responsabilità in ordine alle conseguenze della errata applicazione dei criteri di riparto delle spese condominiali.
L’argomento, di sicuro interesse, si presenta di non facile interpretazione e presuppone una conoscenza dei vari aspetti della vita condominiale non in maniera superficiale. Cercheremo nelle pagine che seguono di dare quelle nozioni utili a districarsi in tale particolare materia.

Parte generale
Alcuni aspetti della regolamentazione generale del condominio sono il presupposto necessario per ben comprendere il perchè dei vari criteri che il codice civile o la giurisprudenza in funzione chiarificatrice o integratrice ritengono applicabili. Per cui appare opportuno soffermarci brevemente su tali aspetti.
In primo luogo è necessario conoscere la disposizione di cui all’art. 1139 c.c.. Tale norma rinvia alle norme sulla comunione, per quanto non espressamente previsto dal capo II del Titolo VII, sul condominio. Essa è da ritenersi quale norma di salvezza, nel caso in cui la soluzione del problema del riparto delle spese condominiali non possa essere risolto in base alle norme ed ai principi previsti in materia di condominio.
Inoltre, nella necessaria stringatezza della legge e nella considerazione dell’epoca storica in cui il codice civile fu emanato, sono ormai trascorsi più di cinquant’anni, il più delle volte, al fine di essere quanto più preciso possibile, sarà necessario integrare la fonte normativa con l’interpretazione che di essa ne fa la giurisprudenza. Tenendo ben presente, che anche quest’ultima, va considerata nel suo evolversi e nei suoi vari indirizzi spesso in contrasto tra di loro.

Leggi tutto: CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE SPESE IN CONDOMINIO

APE e FAQ MISE

Il MISE ha pubblicato le nuove FAQ contenenti i chiarimenti in materia di certificazione energetica in edilizia, a seguito dei decreti:

In particolare vengono fornite le risposte a una serie di quesiti su:

  • redazione APE
  • compilazione della relazione tecnica (lg 10/91)
  • calcolo
  • requisiti da soddisfare in casi particolari

Di seguito riportiamo alcuni quesiti con relative risposte.

APE in assenza di libretto impianto e in assenza di impianti

Si può emettere un APE senza che ci siano il libretto di impianto e un valido rapporto di controllo di efficienza energetica? Cosa occorre fare quando l’impianto è sprovvisto di libretto di impianto e/o non c’è un rapporto di controllo di efficienza energetica ancora valido?

Risposta

Emettere l’APE senza allegare il libretto di impianto comprensivo dei relativi allegati, tra cui anche un valido rapporto di controllo di efficienza energetica, significa dichiarare che l’impianto è stato ed è esercito dal responsabile in violazione di quanto previsto dal dlgs 192/05 e dal dpr 74/2013 per cui è applicabile la sanzione amministrativa prevista dall’art. 15 dello stesso dlgs 192/05 e s.m.i.  All’atto dell’emissione dell’APE, se necessario, occorre quindi far redigere il libretto di impianto e dotarlo degli allegati richiesti compreso un valido rapporto di controllo di efficienza energetica. Solo nel caso in cui l’ impianto sia distaccato dalla rete del gas o dichiarato dismesso o disattivato (al catasto degli impianti termici se operante), può mancare il rapporto di controllo di efficienza energetica in corso di validità.

La decadenza dell’APE in caso di non rispetto della periodicità dei controlli di efficienza energetica si riferisce, quindi, ad un evento successivo alla data di emissione.

Inoltre, in assenza di impianti per la climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria, dovendo redigere l’APE e non essendo previsti libretti di impianto, la validità massima dell’APE è di 10 anni.

Clicca qui per scaricare le FAQ complete