Main menu

Consulenza per sistemi SGSL

Lo Studio Loiaconi segue l'azienda nell'adozione e nelle gestione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

La gestione della salute e della sicurezza sul lavoro costituisce parte integrante della gestione generale dell’azienda.

Un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (in seguito denominato SGSL) integra obiettivi e politiche per la salute e sicurezza nella progettazione e gestione di sistemi di lavoro e di produzione di beni o servizi.

Il SGSL definisce le modalità per individuare, all’interno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilità, le procedure, i processi e le risorse per la realizzazione della politica aziendale di prevenzione, nel rispetto delle norme di salute e sicurezza vigenti.

Il SGSL, che prevede un’adozione volontaria, potrà avere successo perché fermo restando il rispetto delle norme di legge:

  • il monitoraggio è effettuato preferibilmente con personale interno all’impresa/organizzazione;
  • non è soggetto a certificazione da parte terza imposta da norme di legge;
  • è economicamente giustificabile, in quanto produce anche economie di gestione;
  • si adatta alle specifiche caratteristiche dell’impresa/organizzazione;
  • migliora le capacità di adattamento all’evoluzione di leggi, regolamenti e norme di buona tecnica;
  • non è sottoposto, in quanto tale, al controllo delle Autorità di vigilanza;
  • coinvolge i lavoratori e i loro rappresentanti nel sistema di gestione.

Un SGSL è finalizzato a garantire il raggiungimento degli obiettivi di salute e sicurezza che l’impresa/organizzazione si è data in una efficace prospettiva costi/benefici.

Tale sistema, infatti, si propone di:

  • ridurre progressivamente i costi complessivi della SSL compresi quelli derivanti da incidenti, infortuni e malattie correlate al lavoro minimizzando i rischi cui possono essere esposti i dipendenti o i terzi (clienti, fornitori, visitatori, ecc.);
  • aumentare l’efficienza e le prestazioni dell’impresa/organizzazione;
  • contribuire a migliorare i livelli di salute e sicurezza sul lavoro;
  • migliorare l’immagine interna ed esterna dell’impresa/organizzazione.

Il SGSL opera sulla base della sequenza ciclica delle fasi di pianificazione, attuazione, monitoraggio e riesame del sistema, per mezzo di un processo dinamico.

La capacità del sistema di raggiungere gli obiettivi pianificati deriva dall’impegno e dal coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali e soprattutto del livello più elevato.

Le sequenze esemplificative e generalmente applicabili delle fasi, quando l’SGSL è a regime, sono:

  • stabilire una politica della salute e sicurezza sul lavoro, che definisca gli impegni generali per la prevenzione dei rischi ed il miglioramento progressivo della salute e sicurezza;
  • identificare le prescrizioni delle leggi e dei regolamenti applicabili;
  • identificare tutti i pericoli e valutare i relativi rischi per tutti i lavoratori, compresi i casi particolari ,associati con i processi, le attività operative ed organizzative (comprese le interazioni fra gli addetti), le sostanze e i preparati pericolosi, ecc.;
  • identificare gli altri soggetti potenzialmente esposti (quali, ad es. i lavoratori autonomi, dipendenti di soggetti terzi ed i visitatori occasionali);
  • fissare specifici obiettivi appropriati, raggiungibili e congruenti con gli impegni generali definiti nella politica;
  • elaborare programmi per il raggiungimento di tali obiettivi, definendo priorità, tempi e responsabilità ed assegnando le necessarie risorse;
  • stabilire le modalità più appropriate in termini di procedure e prassi per gestire i programmi;
  • sensibilizzare la struttura aziendale al raggiungimento degli obiettivi prefissati;
  • attuare adeguate attività di monitoraggio, verifica ed ispezione per assicurarsi che il sistema funzioni;
  • avviare le opportune azioni correttive e preventive in funzione degli esiti del monitoraggio;
  • effettuare un periodico riesame per valutare l’efficacia e l’efficienza del sistema nel raggiungere gli obiettivi fissati dalla politica della salute e sicurezza nonché per valutarne l’adeguatezza rispetto sia alla specifica realtà aziendale che ai cambiamenti interni/esterni modificando, se necessario, politica ed obiettivi della salute e sicurezza, tenendo conto dell’impegno al miglioramento continuo.